ChateXpert
I nostri servizi di Community: videochat, forum, registrazione, ricerca prfili con foto.

chat
videochat
ingresso Community
ricerca profili
il mio profilo
registrati
forum
fotoguestbook
regolamento
siti amici

Servizi gratuiti per Webmasters

crea la tua chat
Login Webmaster
free forum
free guestbook
free newsletter
help-faq

Servizi professionali per le aziende.

LiveHelp chat
premium chat
Community engine
referenze
chi siamo
dicono di noi
assistenza online


34.390 ragazze in chat
51.584 ragazzi in chat
79.422 webmasters
45.314 chat rooms



Segui Chatexpert su Facebook!

Home » Forum » I vostri INCONTRI ??? » C'era una volta


 
I vostri INCONTRI ???
Salve
Inviato il 29/12/2012 18.08.14
  Vabbè, dopo Mirea, racconto anche io una storiella di fine anno.

Premessa:
C'era una volta un grande contenitore chiamato Europa, un insieme variegato di culture, di lingue e monete diverse, ma anche di modi di agire, di lavorare, e di pensare e di spendere diversi. Tutti gli stati pur essendo racchiusi in questo grande contenitore, erano proprietari e amministratori unici del loro territorio, delle loro richezze e della loro moneta. Insomma seppur entro certi limiti, dentro casa loro facevano quel cacchio che volevano. E tutto sommato tutti vivevano bene.

I fatti:
Un "bel" giorno qualcuno si alza dalla parte sbagliata del letto e, credendosi un grande genio, disse: mò invento l'euro. Grande invenzione, prezzi radoppiati, stipendi tali e quali e gente che nella confusione monetaria si faceva derubare legalmente nottetempo,
di un obolo necessario per rimanere nella grande invenzione del secolo, l'euro, la moneta propedeutica alle nazioni unite d'europa, uniti come gli Americani insomma, nonostante tutte le differenze, specialmente linguistiche e culturali.

Le speranze:
Con l'euro già dall'inizio fu chiaro che l'obolo, per quanto prelevato senza consenso, ne valse la pena, e tutto st'ammasso di stati si unì in un unico e grande... unico e grande dicevo... bè ora non mi viene il termine; continuiamo, finalmente una moneta che appianava le differenze del potere d'acquisto in tutta europa...
...ops no scusate questo fu dimenticato, ma si ritiene una svista di poco conto, infatti nessuno tranne un certo SB criticò pubblicamente la svista... ma non fu ascoltato, mica governava in quel periodo e quindi non contava nulla quel che diceva.

Più forti:
Finalmente una moneta europea più forte del dollaro, così chi dall'estero comprava le nostre cose avrebbe pagato di più e noi europei saremmo diventati tutti più ricchi...
...sì ok, qualcosa non ha funzionato proprio così, qualche paese ha preferito comprare altrove, in cina, in india, in magdascar, in indonesia...
sì ho capito l'export è rimasto in piedi per le aziende più grosse e nei paesi dove si trovano in prevalenza, come in Germania, mentre qui abbiamo le fabbrichette a fare l'economia del paese... ma insomma mica si può avere tutto.

L'unione:
Alla fine l'europa con l'euro e grazie all'euro e al suo inventore, si unì, ora mi viene il termine, in un unico tendone, più grande del circo medrano e orfei messi insieme, con tanto di belve al comando, più feroci e fameliche delle belve a quattro zampe a diguno da mesi. Dentro la bocca delle quali nessuno ha coraggio di metter la testa, pena decapitazione sicura e approvata dalla corte dell'europa.

Su col Pil:
Un'altra geniale invenzione del secolo, la seconda dopo l'euro per imortanza e che correggerà le mancanze della prima: lo SPREAD...
Inventato e creato dalla parte più creativa, ops, furba (altrimenti qualcuno si offende) dell'europa, per dare manforte al Pil delle nazioni facenti parte del circo maximo creato ex-novo. Il cui motto dei gestori è "fatti furbo, vieni in europa".

Prove... tecniche
...poteva non arrivare, sfiga vuole prorprio da noi, colui che di tale motto sembra il copywriter? noooo certo, ed ecco che dall'alto ci appioppano il salvatore, il tecnico, che ben pensò di seguire un programma tecnico scritto in una fantomatica agenda, il programma nessuno l'ha mai visto o letto ma viste le procedure tecniche e gli effetti si può così riassumere: agire tecnicamente da subito per il bene comune, ovvero della parte furbetta dell'europa disunita, che così ci avrebbe ricompensato tirandoci indietro di un passo dal baratro (uno, perché due forse era troppo). Nessuno sa per dove siamo stati presi quando ci tirarono indietro di quel passo. Qualcuno afferma che saperlo non servirebbe a nulla.

Mal comune, mezzo gaudio:
Baratro nel quale NON saremmo comunque caduti, nessuno l'ha mai provato matematicamente, anzi, e anche qualora fosse stato non ci saremmo caduti da soli, perché in quel caso ci avrebbe seguito a ruota tutto il resto dell'europa disunita, ri-unita nella disgrazia. E ci avrebbe seguito con certezza matematica anche la parte furbetta, figuriamoci se questa non si sarebbe inventata qualche soluzione all'ultimo momento per salvare capra (loro) e cavoli (il resto d'europa) per quanto amari.

segue....

Salve
Inviato il 29/12/2012 18.51.46
  Risultati:
Comunque, dopo soli 12 mesi sappiamo che la seconda grande invenzione ha funzionato esattamente come previsto, tanto che la manforte per il Pil s'è calata a tutta forza sulla capoccia delle imprese medie e piccole con notevoli e ragguardevoli risultati. Prova regina, che ha funzionato come previsto, la si ritrova appunto nel Pil, stabile e fermo se non quando calante nelle parti già indebolite dell'europa disunita. Tanto stabile e fermo che nussuno riesce più a smuoverlo. Persino Mandrake in persona ne ha decretato l'inamovabilità.

Riflessioni:
Oggi sappiamo che il salvatore nella fantomatica agenda teneva in realtà una ricetta, tramandata da nonna papera di germania, e da seguire con rigore per non perdere la stima acquisita nell'europa furbetta: indebolire il nostro Paese con la scusa dei sacrifici necessari per evitare il baratro, per mettere l'Italia nelle mani e sotto i piedi della parte furbetta dell'europa disinibita e senza vergogna. Ricetta che evidentemente non era segreta, infatti fu passata prima alla Grecia, forse il più bel paese dopo il nostro, culla della civiltà e di tutte le migliori culture di quest'europa ripudiata e ingannata da se stessa.

Ringraziamenti:
ringraziamo nonna papera, paeron dè paperoni, paperino, qui, quo, qua, topolino, minnie, eta-beta, pluto e in particolare super pippo alias super mario per averci lasciato, già è certo, nella calza della befana, un sacco di carbone, leggesi "disastri da correggere e riforme da fare con urgenza".

Richieste:
chiediamo che per cortesia, qualora super pippo fosse rieletto, non ci venga più a chiedere di suggerire ai suoi dottorati ministri, quali tagli secondo noi bisogna fare o dove sia preferibile intervenire. Migliaia se non milioni di consigli precedenti vi saranno certo arrivati, le cose son due: o non li avete presi in considerazione o ammettiamo che siamo una nazione di masochisti.

Modalità:
ci sono mille modi per prendere per i fondelli noi cittadini, voi politici di professione li conoscete tutti, non avevate che da scegliere, eppure in questo mandato vi siete superati di gran lunga.

Conclusioni:
Tornatevenene nelle comode cattedre o meglio ancora nei banchi di scuola, noi siamo coosy, e quindi non vi vogliamo, tornatevene a dirigere le banche che hanno fame dei nostri soldi e bisogno delle vostre manovre acrobatiche.
...non vorrete mica farci pensare che siete affezionati al posto fisso vero?



 



Tutti i diritti sul sito, sui servizi e sui software di questo sito sono di proprieta' di SOSTANZA® Web Services & Intranet Tools.
E' vietata la riproduzione, la duplicazione, il reverse engineering e l'uso di chat-client non autorizzati. privacy e cookie policy






Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social e per analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Ulteriori dettagli    CONSENTI