ChateXpert
I nostri servizi di Community: videochat, forum, registrazione, ricerca prfili con foto.

chat
videochat
ingresso Community
ricerca profili
il mio profilo
registrati
forum
fotoguestbook
regolamento
siti amici

Servizi gratuiti per Webmasters

crea la tua chat
Login Webmaster
free forum
free guestbook
free newsletter
help-faq

Servizi professionali per le aziende.

LiveHelp chat
premium chat
Community engine
referenze
chi siamo
dicono di noi
assistenza online


34.405 ragazze in chat
51.608 ragazzi in chat
84.075 webmasters
45.317 chat rooms



Segui Chatexpert su Facebook!

Home » Forum » I vostri INCONTRI ??? » ..attacco a Gaza..


 
I vostri INCONTRI ???
la lontra
Inviato il 18/11/2012 7.13.39
  Mentre guardate le partite..e mentre la sottoscritta si organizza per andare a vedere il film Breaking Dawn 2..(anch'io mi metto nel calderone..)..da un'altra parte nel mondo c'e' una guerra...(e credo siate tutti al corrente..)..

I palestinesi vogliono che il mondo sappia…
I Palestinesi vogliono che si sappia che loro “non hanno un’Aviazione, non hanno una Marina Militare, non hanno un Esercito. Non è in corso una guerra, nella Striscia di Gaza. Nella Striscia di Gaza, è in corso un genocidio.”.
Israele sta tagliando l’elettricità, per cui anche i ricoverati negli ospedali rischiano la vita. Anche le comunicazioni sono difficili: Israele non vuole che si sappia cosa sta facendo. Bombardamenti incessanti, in tutta la Striscia, via aria, mare e terra. Oltre alle vittime, molte sono le abitazioni distrutte.Gli F-16 israeliani hanno colpito i confini tra Egitto e Palestina e il Valico di Rafah è di nuovo chiuso, a causa di questo.
I nomi delle vittime palestinesi del 15 novembre 2012 (quindi un elenco per niente aggiornato):

1 – Walid Abadlah, 2 anni
2 – Marwan Abu Al-Qumsan, 52 anni
3 – Ramai Hamamd
4 – Khalid Abu Al-Naser
5 – Habes mesbeh, 30 anni
6 – Wael Al-Ghalban
7 – Hicham Al-Ghalban
8 – Ahmad Al-Jaabari, 52anni, Alto Comandante di Hamas
9 – Mohamamd Al-Hams
10 – Ranan Arafat, 5 anni
11 – Essam Abu El-Mazzah, 20 anni
12 – Hani Al-Kaseeh, 18 anni
13 – Ahmad Al-Masha Rawi, 11 mesi
14 – Hiba Al-Masharwai, 19 anni
15 – Mahmaoud Sawaween, 65 anni
16 – Hanin Tafesh, 10 mesi
17- Faris Basyouni (bambino)
18- Tareq Jamal Nasser
19-Oday Jamal Nasser

La mia domanda e'..ma chi fornisce le armi ad Israele?..Bombardamenti incessanti....da dove prendono queste armi....armi=denaro..chi li fornisce?..



discalculio
Inviato il 18/11/2012 16.59.13
  Noto due inesattezze
La prima sta nel titolo era piu' giusto dire contrattacco a Gaza.
La seconda sta nella domanda di dove trovano i soldi per armarsi, e'
risaputo che il popolo israeliano o ebreo che dir si voglia ha mille
difetti ma non ha sicuramente il difetto di non sudarsi il pane e il companatico.
Chiediti piuttosto dove trova i soldi Hamas per sparare 500 e passa razzi che
non costano proprio una inezia quando invece il popolo palestinese ha il difetto
che manca al popolo israeliano o ebreo che dir si voglia.
Non avesse quel difetto si venderebbe i razzi regalati/venduti dagli iraniani e i soldi
relativi li userebbe per far vivere meglio il proprio popolo compresi quelli della llista.

la lontra
Inviato il 19/11/2012 6.29.01
 
CITAZIONE (discalculio del 18/11/2012 16.59.13):


Chiediti piuttosto dove trova i soldi Hamas per sparare 500 e passa razzi che
non costano proprio una inezia quando invece il popolo palestinese ha il difetto
che manca al popolo israeliano o ebreo che dir si voglia.
Non avesse quel difetto si venderebbe i razzi regalati/venduti dagli iraniani e i soldi
relativi li userebbe per far vivere meglio il proprio popolo compresi quelli della llista.


Okk.credevo da povera ignorante..e poco informata che in qualche modo e nn so' quale popolo dei due sia fornito dall'America....:-)...mi sono sbagliata..

la lontra
Inviato il 19/11/2012 7.24.10
  http://www.repubblica.it/esteri/2012/11/19/news/gaza_raid_morti-46954664/

GAZA - La tregua annunciata ed attesa fra Hamas e Israele non arriva mentre continuano i raid e i lanci di razzi fra le due parti. Tre palestinesi, tra i quali un bambino di cinque anni, sono morti oggi in un raid aereo israeliano sulla città di Gaza. Lo rende noto il portavoce del ministero della Sanità della Striscia, Ashraf al-Qudra. "Il numero dei martiri è salito a 80 con la morte di Nisma Abu Zorr, 23 anni, Mohammed Abu Zorr, cinque anni, e Ahid al-Qatati, 35 anni, in un raid aereo", spiega la fonte.

L'attacco aereo ha colpito il quartiere di Zeitun, mentre in un altro raid è stato completamente distrutto durante la notte una stazione di polizia di Gaza. Anche le navi da guerra israeliane hanno bombardato la Striscia nelle ore notturne. Dall'inizio mercoledì scorso dell'offensiva 'Pilastro difensivo' sono morte 83 persone: 80 palestinesi, per la maggior parte civili, e tre civili israeliani. Ieri è stata la giornata più violenta: 29 palestinesi morti, in maggioranza donne e bambini.

...:-(...80 palestinesi..

discalculio
Inviato il 19/11/2012 8.57.11
  Comunicato stampa per comunicato stampa

"Dall'inizio dell'Operazione "Colonna di nuvola" l'aviazione israeliana ha colpito 1.350 "siti terroristici". Nella notte - afferma un comunicato del portavoce militare - ne sono stati centrati 80: fra questi rampe sotterranee di lanci di razzi; tunnel utilizzati a fini terroristici; basi di addestramento e cellule impegnate nel lancio di razzi."
Tutte cose messe ovviamente in mezzo alla popolazione martire.

Noto con piacere che tutti i guerrafondai che avevano bombardato la Libia e che
non vedevano l'ora di bombardare la Siria ora son diventati tutti pacifisti.

Celestino
Inviato il 19/11/2012 14.19.29
  I palestinesi (o meglio quelle canaglie che sono al comando delle varie fazioni anti israeliane) da sempre usano questa tecnica.

Piazzano i loro rifugi e le loro postazioni in mezzo alle popolazioni. Se Israele non attacca per non colpire i civili... portano avanti il loro piano bellico-terroristico-strategico......se Israele attacca....inevitabilmente c 'è una strage di civili.
Al che si scatena la stampa internazionale pseudo pacifista...(di fatto più guerrafondaia che ci sia mai stata) in funzione anti israeliano-ebraica. (pacifismo guerrafondaio...perché appartengono a quel filone ideologizzato e schierato che termina con il suffisso -ismo ..come comunismo, fascismo..pacifismo....etc etc ) una cosa sono i pacifisti (schierati guerrafondai di parte) un altra cosa sono i veri Operatori di Pace.

Ai leader delle varie fazioni palestinesi guerrigliere anti israeliane..(e a chi sta loro dietro come le varie potenze ricchissime medio orientali compresi stati canaglia come la Siria e l'Iran ma anche potenze come la Russia)...non frega assolutamente nulla se muoiono decine e talvolta centinaia di innocenti del popolo per cui dicono di battersi: usano il popolo inerme che loro dicono di difendere come strumento di strategia bellica e di propaganda politica (i bambini uccisi dalle bombe..sono un ottimo marketing politico nel mondo… a loro favore..perché fanno apparire gli israeliani all’opinione pubblica internazionale come dei macellai assassini….mentre i veri responsabili di quelle morti innocenti son le canaglie guerrigliere palestinesi)

Gli israeliani in un contesto bellico..dal punto di vista militare non possono far diversamente.

Ma i veri responsabili morali.. delle morti di quei civili innocenti, in particolare vecchi e bambini ,sono quelle canaglie guerrigliero – terroriste Palestinesi e Arabe ..e i loro finanziatori. La stampa pacifista nazionale e internazionale ...(ideologizzata e guerrafondaia) è moralmente complice perché si presta a questo giochetto. Stessa tattica che usano i Talebani in Afghanistan...piazzano le loro armi e le loro basi d'assalto nei villaggi in mezzo alla popolazione praticando il medesimo giochetto prima esposto. Sono degli assassini.

Invece la questione Israele- Palestinese....presa nel complesso come problema politico , geopolitico, etnico etc...nella sua interezza storica ...partendo dalla creazione dello Stato Israeliano..con una graduale espulsione dei Palestinesi...e di tutte le premesse motivazioni storico – politico che hanno motivato questa scelta del ritorno delle popolazioni Ebraiche dopo la diaspora durata due millenni ...è un argomento molto delicato e complesso ove ci son innocenti e colpevoli in entrambi le parti .

Si potrebbe risolvere se non ci fosse un’ostinazione di entrambi a non arrivare a compromessi e se le grandi potenze economiche -militari che finanziano i due Popoli non usassero questa condizione per altri fini di strategia geopolitica . (Stati Uniti e le potenze occidentali in generale da una parte e Russia con i paesi Arabi dall’altra….compresa la Cina che sta diventando sempre più influente nelle questioni geopolitiche internazionali grandi e piccole).

Una cosa: negli ultimi 60 anni…nei vari conflitti ,entrambe le parti hanno commesso nefandezze sanguinarie a spese di civili inermi: basta pensare alla strage di civili e sportivi alle olimpiadi di Monaco se non ricordo male dove una commando palestinese fece una strage…oppure sempre se non ricordo male il poi premiato con il nobel per la pace…Arafat che negli anni cinquanta fece saltare in aria un palazzo con civili dentro.

Shalom

Celestino

Ps: è evidente che i Palestinesi hanno subito un grande torto e una grande violenza come etnia …con la creazione subitanea dello Stato di Israele….ma le responsabilità sono del potenze e delle scelte fatte dalle potenze internazionali nel dopoguerra e da come tali scelte son state gestite e strumentalizzate….ma è un discorso piuttosto complesso.

la lontra
Inviato il 20/11/2012 6.12.14
 
CITAZIONE (Celestino del 19/11/2012 14.19.29):



Si potrebbe risolvere se non ci fosse un’ostinazione di entrambi a non arrivare a compromessi e se le grandi potenze economiche -militari che finanziano i due Popoli non usassero questa condizione per altri fini di strategia geopolitica . (Stati Uniti e le potenze occidentali in generale da una parte e Russia con i paesi Arabi dall’altra….compresa la Cina che sta diventando sempre più influente nelle questioni geopolitiche internazionali grandi e piccole).





Qui e' dove voleva arrivare la sottoscritta..quindi ti faccio un'altra domanda il presidente degli Stati Uniti e' al corrente del commercio delle armi o aerei?..Oppure sono delle armi clandestine che viaggiano ignare della loro destinazione..E se la risposta e' positiva ..tutto questo non e' una follia?..Voglio solo capire....

Salve
Inviato il 20/11/2012 13.54.43
 
CITAZIONE (la lontra del 20/11/2012 6.12.14):

Qui e' dove voleva arrivare la sottoscritta..quindi ti faccio un'altra domanda il presidente degli Stati Uniti e' al corrente del commercio delle armi o aerei?..Oppure sono delle armi clandestine che viaggiano ignare della loro destinazione..E se la risposta e' positiva ..tutto questo non e' una follia?..Voglio solo capire....


Che ci sia il commercio clandestino di armi si sa, che nessuno "in alto" sappia nulla è quindi meno che poco credibile. Che chi sa possa "intervenire" è tutta un'altra faccenda, le guerre non sono mai scoppiate per caso e credo che laggiù la situazione sia così delicata e complessa che non sarei così leggero nel "colpevolizzare" Obama o altri che sembra non intervengano. Secondo me poco conta di chi è la colpa o chi ha cominciato, l'importante è che esista una volontà di trovare la soluzione. Purtroppo la diplomazia è lenta, non può essere altrimenti, non è una partita di calcio, bisogna solo sperare che non si fermi.

la lontra
Inviato il 20/11/2012 23.50.50
  http://www.agi.it/in-primo-piano/notizie/201211202214-ipp-rt10364-gaza_tregua_rinviata_israele_frena_raid_continuano

Washington, 20 nov. - La tregua annunciata a Gaza non sara' oggi, forse domani. A conclusione di una giornata segnata dal tam-tam di dichiarazioni diplomatiche su un possibile cessate il fuoco nella Striscia di Gaza, fonti della presidenza egiziana, citate dalla Cnn, hanno fatto sapere di non prevedere per oggi alcun annuncio sulla fine delle ostilita' tra israeliani e palestinesi. Spiragli per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza erano arrivati in mattinata con le dichiarazioni di Israele di un congelamento dell'offensiva terrestre, mentre dal Cairo arrivavano voci di un accordo vicino per la tregua, entro 24-48 ore. Lo stesso presidente egiziano, Mohamed Morsi, aveva affermato che la "farsa dell'aggressione israeliana" alla Striscia di Gaza sarebbe finita nella giornata di oggi. E fonti di Hamas e della Jihad islamica avevano confermato che l'annuncio sarebbe stato questa sera dal Cairo alle ore 20.00 italiane per entrare in vigore alle 23.00. Poi la marcia indietro.
Il presidente ha fatto retromarcia nel pomeriggio puntualizzando di voler esprimere solo la "speranza" di una tregua. E ancora la rettifica delle fonti di Hamas, sempre citate dalla Cnn, che chiarivano che non e' stata ancora firmato un accordo per una tregua effettiva e che alle 21 locali (le 20 in Italia) nell'annunciata conferenza stampa al Cairo sarebbe stato reso noto l'inizio di un "periodo di calma", preliminare. Annuncio seguito da dichiarazioni di fonti di Hamas ancora piu' negative: la tregua non e' possibile annunciarla perche' gli israeliani non hanno fornito risposte alla bozza dell'intesa gia' approvata dai palestinesi, "dobbiamo attendere fino a domani". Infine in 'niet' della presidenza egiziana, impegnata da giorni in una difficilissima operazione di mediazione del conflitto. Intanto sul terreno la battaglia e' proseguita per tutta la giornata: e' salito a oltre 130 morti, tra cui 31 bambini, il bilancio dell'offensiva israeliana, 21 solo in giornata. Da parte israeliana le vittime sono cinque, due solo in giornata.
Una strage e' stata sfiorata a Beersheva, localita' costiera israeliana 40 chilometri dall'enclave palestinese. Un razzo di fabbricazione iraniana Fajr 5 ha colpito un autobus che era stato appena abbandonato dai passeggeri, allertati dalle sirene d'allarme. Solo l'autista e' rimasto leggermente ferito nell'esplosione. In totale dalla mattinata sono stati lanciati 80 razzi.
Israele sembra ferma nel proposito di voler vedere l'impegno massimo dei palestinesi nella ipotetica tregua, mettendo alla prova l'affidabilita' non solo di Hamas e della Jihad islamica ma di tutta la galassia delle fazioni attive nella Striscia di Gaza. Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, rimasto ieri in riunione fino a notte fonda con i suoi principali ministri decidendo di congelare per il momento l'offensiva terrestre per dar tempo all'Egitto di mettere a punto i dettagli del cessate il fuoco con Hamas, ha avvertito di avere, da un lato, "la mano tesa" e, dall'altro, "la spada", sollecitando i capi di Hamas a scegliere tra le due alternative.
Intanto a Tel Aviv e' arrivata Hillary Clinton che gia' stasera vedra' il premier Netanyahu a Gerusalemme, prima di proseguire domani per Ramallah dove sara' ricevuta da Abu Mazen. Il segretario di Stato Usa volera' poi al Cairo per parlare con Morsi. A Gaza sono anche arrivati i ministri degli Esteri di 10 Paesi della Lega Araba piu' la Turchia per portare la solidarieta' ai palestinesi, a conferma della crescente preoccupazione per l'escalation del conflitto...

MI chiedevo in questa totale follia..(perché chiunque c'e' dietro tutto questo nn ha nulla di differente dagli psicopatici criminali del passato)..il perché ci siano tutte queste vittime palestinesi..e riguardo gli israeliani mi sembra ci siano solo poche vittime..e parecchi feriti..e' sempre tutto un caso fortuito immagino..Nn voglio arrivare a delle conclusioni e passare per una persona ignorante..ma c'e' qualcosa che mi sfugge..continuo con il mio punto interrogativo perenne..mah...


discalculio
Inviato il 21/11/2012 0.03.12
 
CITAZIONE (la lontra del 20/11/2012 23.50.50):


MI chiedevo in questa totale follia..(perché chiunque c'e' dietro tutto questo nn ha nulla di differente dagli psicopatici criminali del passato)..il perché ci siano tutte queste vittime palestinesi..e riguardo gli israeliani mi sembra ci siano solo poche vittime..e parecchi feriti..e' sempre tutto un caso fortuito immagino..Nn voglio arrivare a delle conclusioni e passare per una persona ignorante..ma c'e' qualcosa che mi sfugge..continuo con il mio punto interrogativo perenne..mah...




Notizia stampa
Oltre cento razzi lanciati dal braccio armato di Hamas contro Israele hanno fatto cilecca e sono precipitati a Gaza per malfunzionamenti o grazie allo zampino degli israeliani. Lo rivela con un Tweet tragicamente sarcastico il portavoce dell'esercito ebraico: «Hamas apre il fuoco dalle aree civili .... e colpisce la propria gente».

I fondamentalisti palestinesi replicano annunciando di aver lanciato 1.500 missili contro Israele. Però negli ultimi cinque giorni oltre 100 razzi sarebbero esplosi in fase di lancio cadendo a Gaza, invece che colpire le città ebraiche. In molti casi potrebbe trattarsi di malfunzionamenti, soprattutto per gli ordigni più artigianali. Non è escluso che ci sia lo zampino delle forze armate israeliane che sorvegliano Gaza dall'alto palmo a palmo. Con i droni, i caccia o gli elicotteri sono in grado di colpire i missili in fase di lancio. Le squadre «ciliegia», di infiltrati a terra che si mescolano ai palestinesi potrebbero aver sabotato alcuni razzi. E magari l'intelligence è riuscita a far arrivare nella striscia razzi farlocchi. O a farli impazzire con qualche sistema di inibizione.

La disparita' di mezzi potrebbe essere una risposta direi e' come se la Svizzera
volesse attaccare gli USA, attaccano nella speranza che altri Paesi si uniscano
all'attacco ma son mica tutti scemi.

2 


 



Tutti i diritti sul sito, sui servizi e sui software di questo sito sono di proprieta' di SOSTANZA® Web Services & Intranet Tools.
E' vietata la riproduzione, la duplicazione, il reverse engineering e l'uso di chat-client non autorizzati. privacy e cookie policy






Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social e per analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Ulteriori dettagli    CONSENTI